BNL presenta una campagna dedicata agli investimenti socialmente responsabili (SRI), firmata da TBWA

Gli investimenti socialmente responsabili rappresentano un asset class in grande diffusione e dati di mercato confermano la bontà di tali investimenti sia per il track record di rendimento che esprimono, sia perché danno all’investitore la possibilità di contribuire in modo positivo alla tutela dell’ambiente come allo sviluppo di una Società più sana e sostenibile. Gli investimenti SRI rispettano i criteri ESG – Ambientali, Sociali e di Governance – e l’inclusione di tali aspetti consente di limitare un certo numero di rischi (come, ad esempio, quelli gestionali e reputazionali delle aziende su cui si investe) che possano penalizzare il potenziale di performance.

Il Gruppo BNP Paribas ha in gestione nel mondo oltre 37 miliardi di asset socialmente responsabili ed è leader di settore, oltre ad esserne stato il pioniere avendo creato il primo fondo SRI già nel 2002.

Oggi BNL, anche sulla base di questa importante eredità, lancia una campagna di sensibilizzazione verso tali strumenti, facendo leva sulla qualità e specializzazione dei team di consulenza della Banca e del Gruppo e dando così il via al terzo “capitolo del suo racconto sul #PositiveBanking”, attraverso nuovi spot in onda in questi giorni.

Come nelle precedenti campagne di comunicazione (a giugno sui nuovi modelli di servizio e di offerta e lo scorso settembre sul sostegno alle aziende, alle filiere produttive e all’internazionalizzazione), è ancora la scelta – una scelta possibile, concreta, e positiva – il focus del messaggio che BNL lancia al grande pubblico per aiutare ed accompagnare le persone nelle loro scelte di investimento, ancora di più nell’attuale contesto di mercato, ed in particolare verso i prodotti SRI. Ciò anche nella consapevolezza che la Società, a livello globale, si trasforma ed è esposta ad evoluzioni che vanno interpretate e gestite in chiave di sostenibilità, con un’attenzione verso il futuro e, in particolare, verso le nuove generazioni.

BNL, come operatore socialmente responsabile, ha scelto di confermare ulteriormente il proprio impegno tanto che, a fronte della sottoscrizione di ogni prodotto SRI, la Banca sosterrà, attraverso l’iniziativa “Zero Plastica in mare” e con operatori specializzati, il recupero di plastica da mari e fiumi.

Tutto ciò è un ulteriore step nello sviluppo della strategia di #PositiveBanking, attraverso la quale BNL e BNP Paribas sono impegnati a coniugare il business con i temi della sostenibilità per poter dare un contributo concreto, in termini di impatto positivo, all’ambiente e alla Società, coinvolgendo clienti, fornitori, stakeholders e le community di riferimento della Banca e del Gruppo.

BNP Paribas vanta un’offerta SRI ampia e consolidata in costante sviluppo, attraverso fondi come, ad esempio, “BNP Paribas Aqua” che investe sulla gestione responsabile dell’acqua e sullo sviluppo del settore idrico in termini di infrastrutture e innovazione; “BNP Paribas L1 – Sustainable Active Stability”, un fondo multi-asset che consente un’esposizione a tematiche SRI con un approccio flessibile; “BNP Paribas Funds Climate Impact”, che investe in aziende che puntano su efficienza energetica, infrastrutture, tecnologie idriche e controllo dell’inquinamento per gestire e possibilmente contenere il cambiamento climatico.

La campagna di comunicazione: lo spot si apre con il volto di un bambino a rappresentare la forza della positività e l’energia verso un futuro migliore. In un’ambientazione naturale, il piccolo sta imparando ad andare in bicicletta, con l’aiuto del suo papà che lo supporta e lo sprona. È la metafora della fiducia, quella che si ha quando ci si impegna perché si crede nella possibilità di migliorare luoghi e persone. Ed è anche la fiducia che si ripone in un consulente quando si sceglie di investire i propri risparmi, ancor di più con soluzioni SRI. La creatività è di TBWA; lo spot è in onda fino a fine novembre.

Loggati con le tue credenziali

Hai dimenticato i tuoi dati?