News / attualità

15 Marzo, 2024

«"Stiamo regolamentando il meno possibile ma quanto necessario”.

È il commento rilasciato dal Commissario Interno e al Digitale Thierry Breton a valle di una giornata storica per l’Europa e per il mondo. Quella della regolamentazione, la prima al mondo, dell’intelligenza artificiale. E questa posizione mi ha colpito moltissimo perché, da comunicatore, ritengo che sia la strada giusta al di là di effimere euforie controbilanciate da visioni apocalittiche.

L’Intelligenza Artificiale è già tra noi con un impeto rivoluzionario pari a quello dell’introduzione dell’elettricità. Ed è opportuno che le regole seguano l’evoluzione di questa rivoluzione. Stabilirne una morale e un’etica a priori sarebbe un insensato azzardo. Perché al centro c’è sempre l’essere umano. Che ne stabilirà limiti, utilizzi e portata. Ed è questo il centro della questione così come la dovuta regolamentazione “strettamente necessaria” che l’AI Act ha messo in campo questa settimana».

Articoli correlati

EMG Different svela la classifica delle sponsorizzazioni ciclistiche e degli sportivi più menzionati di maggio.

12 Luglio, 2024

EMG Different, istituto di ricerche di mercato di Different, Communication Company parte di UNA –...

Continua a leggere

Creativa ha sviluppato la nuova visual identity di Arca Group

11 Luglio, 2024

Arca Group, un ospedale veterinario situato ad Alpignano di Torino, aperto 24/7 e dedicato con...

Continua a leggere

Proposte e Vorwerk insieme per la nuova campagna recruiting Folletto

11 Luglio, 2024

Proposte, storica agenzia torinese di comunicazione integrata, firma la nuova campagna di recruiting per Vorwerk...

Continua a leggere

Coo’ee forza 5: premiata da Mediastars, Agorà, Mediakey e Touchpoint

10 Luglio, 2024

Coo’ee non potrebbe chiudere nel modo migliore la prima metà del 2024. Sono ben cinque i premi che l’agenzia...

Continua a leggere