News / attualità

03 Giugno, 2020

Havas Life Italy è, anche quest’anno, Partner e Main Sponsor dello studio

Lancio dello studio in Francia e Grecia, questionario online rivolto ai vari player dell’ecosistema salute[1] e interviste qualitative: sono questi i next steps dello studio Success Factor Modeling for Healthcare annunciati mercoledì scorso in occasione del webinar di lancio dell’ANNO 2 - da Emanuela Mazza, curatrice dello studio e Roberts Dilts che ha sviluppato principi e tecniche del Success Factor Modeling, Lo studio, di cui  Havas Life Italy è Partner e Main Sponsor in Italia, applica la metodologia del SFM all’ambito sanitario e ha l’obiettivo di identificare e applicare i fattori di successo nell’ecosistema salute per promuoverne crescita e sviluppo, creare valore e fare la differenza.

“Sosteniamo questo studio - dichiara Carola Salvato, Chief Executive Officer Havas Health & You Italy - perché per noi l’uomo è il traguardo e per questo abbiamo bisogno di criteri di successo che possano aiutarci a prendere decisioni migliori. Ogni errore costa molto, non solo al sistema sanitario: colpisce gli esseri umani e la loro vita. Quindi la domanda è COME migliorare le scelte di tutti gli stakeholder e COME potenziarne l'effetto. Perché il successo non è solo la scelta che faccio ma è anche il modo in cui lo faccio. Stiamo entrando in una fase di decentralizzazione e personalizzazione nella medicina e nella salute, anche in relazione all'accesso all'intelligenza artificiale e abbiamo bisogno di ecosistemi collaborativi in cui tutti i player svolgono un ruolo più preciso e consapevole e in cui le scelte si fondano su criteri validi basati sull'evidenza delle prestazioni. È fondamentale quindi capire quali fattori di successo possono aiutarci a raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi e credo che questo studio rappresenti un valido supporto in tale direzione”.

Il webinar, a cui hanno partecipato i rappresentanti del mondo salute di vari Paesi del mondo, ha segnato un ulteriore passo in avanti nello sviluppo dello studio in Italia con un allargamento anche a livello internazionale, sulla base del modello italiano.

“Nel nostro Paese - dichiara Emanuela Mazza, coach, trainer e docente in Comunicazione Medico-Paziente all’Università Cattolica del Sacro Cuore -lo studio è iniziato l’anno scorso e ha già identificato i fattori di successo nell’ecosistema salute: capacità comunicativa, relazione, empowerment. L’ANNO 2 prevede un’agenda fitta di nuovi appuntamenti: la realizzazione di interviste qualitative per analizzare tali fattori di successo in maniera approfondita e il questionario online. Stiamo pensando anche all’organizzazione del primo training sul mindset per accompagnare i nostri interlocutori nel percorso di trasformazione per affrontare efficacemente le sfide attuali e future. L’ANNO 2, inoltre, segna una svolta importante di cui siamo particolarmente orgogliosi: il kick off dello studio in due Paesi europei, Francia e Grecia,che hanno condiviso i valori e i potenziali benefici dello studio nell’ecosistema salute.

Il questionario online, che ha lo scopo di definire i fattori di successo e di esplorarne i diversi livelli, è rilanciato a livello internazionale allo scopo di aumentarne il valore e valutare possibili differenze tra i Paesi coinvolti. Per partecipare al questionario cliccare qui: https://bit.ly/sfm-for-healthcare-italy-survey-2020.

“Siamo molto soddisfatti - afferma Robert Dilts, ricercatore e studioso di fama internazionale che ha sviluppato i principi e le tecniche del Success Factor Modeling - della partecipazione e del coinvolgimento del pubblico al nostro webinar. La complessità dell’ecosistema salute, la rapidità con cui si sta evolvendo e soprattutto il bisogno di nuove competenze reso ancor più evidente dall’attuale emergenza sanitaria rappresentano una grande sfida per i singoli player per restare al passo, rimanere competitivi e mantenere la posizione acquisita. Crediamo che lo studio sia uno strumento concreto e prezioso per facilitare l’identificazione di nuovi paradigmi e nuovi approcci in grado di migliorare la performance personale e collettiva di tutti gli attori del sistema salute portandola ad un livello più alto. L’interesse dei nostri interlocutori e l’attivazione di due nuovi studi a livello locale dimostrano che una platea sempre più ampia di stakeholder ha compreso l’importanza e le potenzialità del progetto e ci spingono ad ampliare ulteriormente, in un prossimo futuro, i confini dello studio”.


[1] Clinici, Operatori Sanitari, Istituzioni, Università e Scuole di specializzazione, Società Scientifiche, Associazioni pazienti, Pazienti e Caregivers, Organizzazioni di Assistenza e di Servizi Sanitari)

Articoli correlati

Proposte firma la comunicazione di Pattex con due nuovi spot radio on air dal 16 giugno.

20 Giugno, 2024

Proposte, sigla di comunicazione integrata, firma la campagna radio di Pattex Pro sulla nuova gamma...

Continua a leggere

“Dalla ricerca ESI, sentirsi bene è naturale” ESI lancia il nuovo posizionamento ela nuova piattaforma di comunicazione con Different.

19 Giugno, 2024

ESI, azienda leader attiva dal 1975 nella produzione di prodotti fitoterapici e integratorialimentari di origine...

Continua a leggere

Playground sul palco di WMF – We Make Future 2024 con uno speech sulla gamification dell’esperienza d’acquisto

18 Giugno, 2024

Playground, digital agency associata ad UNA Aziende della Comunicazione Unite, ha partecipato all’appena conclusosi WMF...

Continua a leggere