RACCOMANDAZIONI GARE

Il “Pitch Evaluator” è uno strumento che si mette a disposizione alle aziende di comunicazione per valutare, individualmente, l’opportunità della partecipazione ad una gara.
La gara perfetta è quella a cui vengono attribuiti 100 punti. Il calcolo del rating viene effettuato in automatico da un tool programmato con una ponderazione che attribuisce a ciascuna variabile un peso differente, coerentemente con le raccomandazioni sulla gestione corretta delle gare.

La valutazione è stata divisa in vari capitoli:

  • Il committment del cliente che chiama la gara: più trasparente è l’istruttoria di gara e meno probabile sarà il caso di una gara senza esito alcuno.
  • La completezza delle informazioni: questa consente una prevalutazione sull’effort da mettere in gara e può facilitare la fase di trattativa economica in caso di aggiudicazione.
  • Il punteggio di opportunità economica: come indicatore sul potenziale espresso dalla gara.

Più diventano verdi i vari punteggi e più sembra una gara a cui valga la pena di partecipare con il massimo dell’impegno.
Al contrario, i punteggi che rimangono rossi, rappresentano un segnale di allarme: si può partecipare alla gara, ma a proprio rischio e pericolo per quanto riguarda la garanzia di un esito finale.

Il “Pitch Evaluator” è in versione “beta”, migliorabile anche grazie ai suggerimenti dei suoi utilizzatori.

Per qualsiasi commento, scrivete a info@unacom.it

Da sempre le gare creative generano dibattito perché, se non gestite in maniera corretta, trasparente e onesta, possono concorrere a determinare serie implicazioni sia economiche che relazionali.
In quest’ottica UNA – Aziende della Comunicazione Unite e UPA si sono fatte promotrici di un manuale, intitolato “La Buona Gara”, che ha l’intento di riassumere e indicare le giuste modalità per condurre una gara al fine di generare best practice e dar vita a relazioni trasparenti, oneste e durature nel tempo. Un vero e proprio strumento di lavoro, ricco di indicazioni e suggerimenti, che guarda al mondo delle agenzie quanto a quello delle aziende.

Il manuale si compone di tre parti: dall’identificazione dell’esigenza o meno di indire una gara creativa con pro e contro per agenzie e aziende alla descrizione di come affrontare una gara in tutti i suoi passaggi fino alle indicazioni su come costruire una solida relazione tra agenzia e cliente. A queste fanno seguito le conclusioni che esplicitano come rendere il processo di gara positivo e non mettere in difficoltà agenzie e aziende.

A chiudere il documento il manifesto de “La Buona Gara”, 8 punti che riassumono l’intero contenuto del manuale:

  1. A volte una gara non è l’unica soluzione possibile. È bello avere alternative.
  2. Serve molta serietà per indurla. Altrettanta per parteciparvi.
  3. Non è la quantità dei concorrenti a farne la differenza. Ma la qualità.
  4. Si basa tutta sulle informazioni. Quelle giuste.
  5. Implica trasparenza. Su ogni singolo aspetto.
  6. Ha obiettivi da perseguire. E linee guida da rispettare.
  7. Termina con un vincitore. E dei vinti, a cui dare spiegazioni.
  8. Dà il via alla buona relazione. Quella che dura a lungo

Loggati con le tue credenziali

Hai dimenticato i tuoi dati?