News / attualità

23 Febbraio, 2018

Fileni è di nuovo on air con la campagna sulla sua linea di prodotti Bio, ideata da Lorenzo Marini Group, che promuove il primato dell’azienda nella produzione di carni biologiche a livello nazionale. Lo spot è in onda da domenica 18 febbraio su tutte le emittenti nazionali con una programmazione importante.

Si riafferma dunque la collaborazione tra l’azienda marchigiana e l’agenzia di comunicazione Lorenzo Marini Group, che continua con il format comunicativo “Cosa c’è dietro a Fileni Bio?”. Un’azione di comunicazione forte e di grande successo, confermata dai positivi e soddisfacenti risultati commerciali registratisi negli ultimi due anni.

La campagna ha l’obiettivo di consolidare sempre più la reputazione raggiunta da Fileni con la linea Bio, comunicando i valori identificativi dell’azienda quali serietà, impegno, etica, qualità, rispetto per la natura e alimentazione genuina.

La strategia aziendale infatti si è dimostrata vincente per permettere a Fileni di diventare un riferimento nel mercato delle carni bianche italiane. La trasparenza che sta dietro ai processi produttivi del leader italiano del Pollo Bio, consente così ai consumatori di comprendere perché con Fileni “Più buono il pollo, più sano tu”. ')}

Articoli correlati

We Are Social apre una nuove sede ad Amsterdam

03 Agosto, 2022

We Are Social prosegue nel suo percorso di crescita internazionale, annunciando l’apertura della nuova sede...

Continua a leggere

Fkdesign firma la campagna “Piccoli gesti” per Greenatural

03 Agosto, 2022

Il progetto lancia un appello ad agire nel quotidiano per cambiare il futuro del pianeta...

Continua a leggere

Snam rinnova l’incarico a OMD per la gestione delle attività di comunicazione

01 Agosto, 2022

A seguito di una procedura di gara che nelle ultime settimane ha visto il coinvolgimento...

Continua a leggere

La Territoriale UNA Triveneto si immerge nell’esperienza del metaverso

01 Agosto, 2022

“Quali sono le reali opportunità del mondo metaverso? Quali sono le sue aspettative e quali...

Continua a leggere