News / attualità

04 Ottobre, 2022

Pensato e realizzato da CreationDose, la MarTech Company che crea valore con le nuove generazioni, il nuovo logo del Gruppo Amati ha l’intento di valorizzare la Corporate Identity di una società leader nella manutenzione e riparazione di auto, moto e soprattutto flotte di veicoli commerciali, che opera da oltre 40 anni. Alla base del rebranding, l’identificazione della vision e della mission aziendali: essere riconosciuti per la capacità di fornire al cliente, sia business sia retail, un servizio completo e superiore per qualità, organizzazione ed efficienza, con forte orientamento all’innovazione e all’industrializzazione. Quindi un nuovo modello di officine meccaniche. Core business dell’azienda oggi è la manutenzione e riparazione delle flotte di truck e bus delle società di trasporti, in modalità Full Service cioè in outsourcing.

Fondata da Carlo Amati alla fine degli anni Settanta, Gruppo Amati è una delle poche realtà a servizio completo che mette a disposizione dei propri clienti meccanica, carrozzeria, meccatronica, pneumatici, revisione e assistenza stradale.

Spiega Gianluca Amati, CEO del Gruppo Amati

“Il Gruppo Amati ha da sempre una forte vocazione alla crescita e all’innovazione, quindi al movimento e alla dinamicità, per questo abbiamo voluto rinnovare l’immagine del gruppo in modo che rispecchiasse e valorizzasse la nostra essenza. Per farlo ci siamo rivolti a CreationDose, la MarTech Company con cui condividiamo la nostra attitudine al movimento e all’innovazione.  Abbiamo scelto CreationDose per la capacità di parlare un linguaggio carico di energia, creatività e vitalità.  I nostri clienti sono sia business sia retail e intendiamo grazie alla Visual Identity ideata da  CreationDose parlare a entrambi portando le nostre soluzioni innovative in modo empatico e creativo”.

CreationDose ha fatto dell’innovazione stessa la propria spinta propulsiva, investendo nelle nuove generazioni e attivando collaborazioni di rilievo con top brand e agency di spicco.

Afferma Andrea Reale, Partner & Head of Design di CreationDose:

“Sono contento di aver lavorato per il Gruppo Amati, abbiamo costruito un modello che mette al centro le competenze dei nostri ragazzi dal team di design, attuando un processo creativo collaborativo anche con le nostre community, processo che è alla base del modello innovativo sviluppato in CreationDose”.

Il team di design di CreationDose è stato ampliato e potenziato: grazie all’analisi di nuovi trend di mercato e a un processo strutturato di focus group, CreationDose è in grado di creare Brand Identity di impatto, che coinvolgono il target del cliente e le nuove generazioni. 

L’elemento di differenziazione della MarTech Company CreationDose è, infatti, un lavoro di squadra realizzato in costante cooperazione, confronto e contaminazione tra persone e idee. I settori non sono compartimenti stagni ma ambienti collegati e comunicanti, che funzionano mantenendo ognuno la propria diversità ma dialogando tra loro. Questo modello innovativo è la base per collaborazioni di valore con aziende e partner di cui CreationDose condivide posizione e attitudine.

Cambiamento, dinamicità, progressione: queste le peculiarità del marchio del Gruppo Amati, che trovano spazio nel nuovo logo realizzato da CreationDose, rinnovato pur mantenendo inalterato il DNA che Amati Group conserva grazie ai suoi più di 40 anni di esperienza.

Commenta Jacopo Paoletti, Co-Founder & General Manager di CreationDose e già Partner & Advisor di diverse PMI e startup note nel panorama italiano.

“La transizione dal logo originario al nuovo è espressione della stessa natura del Gruppo Amati, dinamica e in continua evoluzione. Partendo da queste premesse, la nuova rappresentazione grafica del brand acquisisce i colori, le immagini e le trasformazioni del settore automotive in cui la società opera, mantenendo l’identità dell’azienda e declinandola con nuovi linguaggi visivi.”

I concetti di performance, sicurezza e affidabilità legati ai servizi offerti dal Gruppo Amati, passano attraverso la sua nuova immagine, dove trovano spazio e diventano protagonisti. Il marchio presenta le tacche di un tachimetro che rimandano al concetto di avanzamento e performance. Anche il font, spesso e inclinato, permette di ricondurre il marchio alla velocità e al movimento, comunicando sicurezza e stabilità. 

La palette colori è stata studiata per raccontare il marchio così che la sua identità sia sempre e subito riconoscibile, precisa, inequivocabile. Il colore principale scelto è Amati Blue, che rimanda al mondo delle officine meccaniche e, simbolicamente, esprime concetti di sicurezza, stabilità e affidabilità, che incidono positivamente nella percezione e nel posizionamento del brand da parte di clienti e competitor.

Il colore secondario è Quantum, gradiente dal giallo al rosso che viene applicato alle tacche che affiancano il marchio. L’unione di questi due colori esprime progressione, aumento di performance e desiderabilità. 

Grazie alla scelta di forme minimali e colori riconoscibili, il brand prende vita e si distingue, garantendo un impatto preciso nella comunicazione di una società fortemente radicata su competenze e tecnologie, in grado di servire in modo capillare l’intero territorio nazionale e di operare con sicurezza a livello internazionale: è così che il Gruppo Amati si prepara a raggiungere un pubblico di clienti business e retail sempre più ampio nella qualità ed efficienza del proprio servizio.

Articoli correlati

“La felicità ritrovala qui” Il claim della campagna pubblicitaria della Valle d’Aosta per l’inverno 2022/2023 firmata da White Red & Green

01 Dicembre, 2022

Oggi, giovedì 1° dicembre 2022, nella sala conferenze della Biblioteca regionale BrunoSalvadori, l’Assessorato dei Beni...

Continua a leggere

Tuttofood sceglie Agenzia Yes! S.p.A per la digital strategy 2023

30 Novembre, 2022

TUTTOFOOD, la fiera b2b per l’ecosistema agro-alimentare, punto di riferimento nazionale e internazionale, ha scelto...

Continua a leggere

Telefono Azzurro, dalla parte dei bambini 35 anni in un racconto di Armando Testa.

30 Novembre, 2022

Telefono Azzurro racconta i suoi 35 anni di attività a supporto dell’infanzia e dell’adolescenza nella...

Continua a leggere