News / attualità

16 Dicembre, 2020

Come ogni anno, le agenzie creative del Gruppo The Ad Store si sono date appuntamento per la tradizionale convention internazionale del gruppo. Quella di quest’anno è stata, inevitabilmente, un’edizione tutta digitale, che ha permesso alle oltre 120 persone Ad Store provenienti da tutto il mondo di incontrarsi, conoscersi e confrontarsi sul futuro della comunicazione e sulle prossime sfide.

La convention è stata per Natalia Borri, Global Director dello human network Ad Store, l’occasione per ribadire e rafforzare l’approccio human di un gruppo che da sempre mette le persone al centro, nel modo di fare impresa e nella visione della comunicazione. Lo dimostrano lo Humanifesto (https://www.adstore.com/humanifesto) - il codice etico sottoscritto da tutte le agenzie del Gruppo - e la visione di The Ad Store che tratta i brand proprio come fossero delle persone: individuando per ognuno di loro dei veri e propri identikit che ne definiscono il carattere, le convinzioni, gli interessi, secondo l’approccio AD Personam.
Questa visione oggi trova nuova forza e sintesi nella tagline “Creativity for humans” che diventerà la firma delle 12 agenzie che fanno parte del gruppo internazionale Ad Store.

“Il nostro modello è sempre stato quello di puntare sulle persone, e oggi più che mai vogliamo rafforzare questa scelta, sostituendo la paura con il coraggio e affrontando i problemi con la visione. Creativity for Humans significa proprio questo: che la creatività non è un talento di pochi, ma un modo di affrontare il cambiamento e di portare valore in ogni sfida” afferma Natalia Borri.

Dopo l’illustrazione della nuova vision del gruppo, la seconda parte della convention è stata dedicata a un digital roundtable durante il quale i Managing Director delle 12 agenzie del Gruppo hanno dialogato sul futuro della comunicazione, sulla traccia di #9questions (shorturl.at/eixQ2), il paper scritto da The Ad Store durante il lockdown.

Nella terza parte, si sono invece tenuti due diversi momenti di formazione dedicati a tutti i talents The Ad Store, a conferma della centralità dell’investimento sulle persone nel mondo Ad Store.

Non sono mancati i momenti più ludici e creativi, con contests e sfide fra agenzie. Fra queste, quella per eleggere la “Best creative agency” del Gruppo: titolo che si è infine aggiudicato The Ad Store Zambia, tra gli applausi e i complimenti dei colleghi.

Articoli correlati

Proposte e Vorwerk insieme per la nuova campagna recruiting Folletto

11 Luglio, 2024

Proposte, storica agenzia torinese di comunicazione integrata, firma la nuova campagna di recruiting per Vorwerk...

Continua a leggere

Coo’ee forza 5: premiata da Mediastars, Agorà, Mediakey e Touchpoint

10 Luglio, 2024

Coo’ee non potrebbe chiudere nel modo migliore la prima metà del 2024. Sono ben cinque i premi che l’agenzia...

Continua a leggere

Nuovi assetti nella Eprcomunicazione Holding

09 Luglio, 2024

Aldo Iaquinta Presidente e Camillo Ricci Amministratore delegato. Nella compagine entrano anche i soci di...

Continua a leggere

I 5 trend del “Think pink” tra consumi e comportamenti d’acquisto di Gen Z, Gen X e Millennials. Initiative analizza il settore moda nel nuovo “State of Fashion”.

09 Luglio, 2024

Sulla scia delle precedenti analisi, Initiative, agenzia media del network internazionale IPG Mediabrands, esplora la...

Continua a leggere