UNA Racconta

31 Marzo, 2020
Cari Associati,
nel mio ruolo di Vice Presidente di UNA rappresento le Agenzie Media. Credo che la scelta di avere nel direttivo anche una voce proveniente da questo comparto del settore sia un segno importante della direzione intrapresa dall’Associazione, dal momento che proprio dal panorama media provengono molte delle questioni più rilevanti e delicate che riguardano il mercato della comunicazione.

Nel corso di quest’anno sono state diverse le iniziative alle quali abbiamo lavorato per poter ottenere risultati e cambiamenti concreti:



Gare Media


Abbiamo organizzato un tavolo di lavoro - tra UNA, UPA, FCP e alcuni Auditor - che ha portato alla stesura di un documento contenente alcuni principi fondamentali per garantire la trasparenza e la buona pratica nelle gare media. Si tratta di un argomento, quello delle gare, di massima rilevanza per la filiera dal momento che è direttamente collegato con gli investimenti dei clienti, le strategie messe in atto e di conseguenza con l’efficacia e l’efficienza della loro comunicazione.


Era importante fare fronte comune su tali principi, che sono stati pubblicati nello scorso mese di dicembre e che saranno condivisi attraverso un workshop aperto agli operatori del settore, inizialmente previsto il 3 marzo, che abbiamo rimandato a quando l’emergenza sarà rientrata.



Riforma delle Audi


Il secondo tema sul quale abbiamo concentrato i nostri sforzi è la riforma degli strumenti di misurazione dell’efficacia della comunicazione.
In un momento di trasformazione così rapida dei media e delle modalità di fruizione dei contenuti, è necessario che anche gli strumenti evolvano con la stessa velocità, per poter garantire adeguati supporti di analisi all’investimento dei clienti.


Si rende opportuno un adeguamento delle Audi in modo da abbattere ogni tipo di silos e poter offrire, ora e nel futuro, risultati di comunicazione il più possibile integrati, superando la logica mezzo per mezzo.



Contratto con Auditel


Nei mesi scorsi Auditel ha sottoposto alle Agenzie Media una bozza di contratto che l’HUB Media ha analizzato nel dettaglio, rilevando non poche criticità. Ne è derivata una discussione, attualmente alle battute finali, che ha prodotto una profonda revisione del documento la cui versione finale sarà pronta a breve per essere inviata alle agenzie.



Formazione


L’evoluzione della digitalizzazione ha ritmi differenti a seconda dei contesti aziendali. Abbiamo rilevato che anche le esigenze formative relative al media e alla comunicazione digitale sono di conseguenza molto diverse a seconda della dimensione dell’azienda, della sua collocazione geografica e del modello imprenditoriale.
Per questo da un lato stiamo mettendo a punto un lavoro capillare sul territorio nazionale, con incontri di formazione e di aggiornamento specifici.
Dall’altro abbiamo colto la necessità di molte aziende di inserire nel proprio organico giovani neolaureati in stage, che abbiano già avuto un primo percorso di formazione sui temi legati al digital planning.


A questo proposito stiamo mettendo a punto un corso teorico-pratico a pagamento, riservato a 30 giovani talenti, reclutati previa selezione. Durante il percorso formativo avranno modo di confrontarsi con i maggiori esperti delle agenzie media e di essere selezionati per una esperienza di stage in azienda.
Per ulteriori informazioni riguardo alla formazione vi invitiamo a consultare la sezione dedicata sul sito di UNA.


È stato un anno di duro lavoro, nel quale abbiamo toccato temi di grande rilevanza per la nostra industry e crediamo davvero di aver preso la strada giusta per poter essere reali attori del cambiamento.