News / attualità

23 Settembre, 2021

Gli strumenti offerti dallo IAP per tutelare le idee creative, oltre a rappresentare un unicum mondiale tra i sistemi di autodisciplina pubblicitaria, costituiscono efficaci deterrenti contro eventuali imitazioni, volontarie o casuali. Tra questi la possibilità per un’agenzia o per un professionista di depositare presso lo IAP le proprie idee in caso di una imminente partecipazione a una gara o a una consultazione con un proprio progetto creativo. Questo strumento autodisciplinare si è dimostrato efficacissimo: basti pensare che dal 1989 ad oggi in un solo caso l’idea depositata ha richiesto una successiva valutazione del Giurì, in tutti gli altri la tutela preventiva grazie al deposito le ha ampiamente protette.
 
La novità è che da oggi le agenzie creative potranno utilizzare questo strumento in modo più agevole e sicuro, perché alla modalità di deposito cartaceo si affianca quello digitale. 
 
Il nuovo sistema cloud consentirà infatti all’utente di caricare direttamente una cartella contenente tutto il materiale oggetto del deposito, che rimarrà assolutamente riservato, e ricevere successivamente il certificato con il numero identificativo assegnato.
 
Inoltre per venire incontro anche alle agenzie di piccole dimensioni e ai liberi professionisti consentendo loro di fruire più diffusamente di questa tutela, l’Istituto ha anche previsto una riduzione del diritto amministrativo applicato.

Vincenzo Guggino, Segretario Generale IAP, ha commentato: “L'Autodisciplina pubblicitaria italiana vanta un'unicità mondiale dal momento che da anni offre alla business community degli strumenti di tutela preventiva della creatività che non ha eguali nel mondo. In particolare da oggi lo IAP rilancia la tutela della creatività in occasione di gare agevolando chi vuole attivare questo servizio attraverso il deposito digitale. Velocità, praticità, unite alla consueta riservatezza sono un incentivo per le agenzie e per i professionisti per far ricorso a questa tutela autodisciplinare, il cui relativo diritto amministrativo è stato peraltro sensibilmente ridotto.”

Stefano Del Frate, direttore generale di UNA - Aziende della Comunicazione Unite, ha dichiarato: “Siamo molto favorevoli a questi strumenti di IAP e la novità della versione digitale non potrà che facilitare le cose. Dalle nostre indagini interne, una delle preoccupazioni più sentite dalle agenzie quando devono presentare delle idee in una gara, è la tutela dei diritti di proprietà su di esse. E questi strumenti rappresentano una soluzione semplice ed efficace. Inseriremo questi strumenti nel nostro protocollo per lo sviluppo delle gare che stiamo sviluppando per i nostri associati.”
 
Per informazioni più dettagliate relative alla nuova modalità digitale consultare la pagina Regolamento o contattare la Segreteria IAP.

Articoli correlati

Headshot S.r.l. diventa partner in comunicazione di W82

16 Aprile, 2024

Il noto brand di abbigliamento sceglie HEADSHOT per il design del sito web insieme al...

Continua a leggere

Con Serviceplan prende vita il progetto A2A Live Logo

16 Aprile, 2024

Quale modo migliore per raccontare l’impegno di A2A nel prendersi cura dell’ambiente, dell’acqua e dell’energia...

Continua a leggere

Fkdesign e Leoales: nuova partnership per orientare le imprese in percorsi di sostenibilità

16 Aprile, 2024

Fkdesign, agenzia specializzata in posizionamento, identità e comunicazione di marca, e Leoales, società benefit di...

Continua a leggere

“From Vineyards to Icons”: Hangar Design Group accompagna la storica Cantina Allegrini in un percorso di riposizionamento strategico

15 Aprile, 2024

La collaborazione tra l'agenzia e il produttore della Valpolicella nasce per supportare la nuova governance...

Continua a leggere