News / attualità

26 Aprile, 2016

In Italia il rapporto tra scuola e aziende purtroppo non è consolidato come in altri Paesi europei e questa lacuna formativa rappresenta un ostacolo all’inserimento di diplomati e laureati nel mondo del lavoro. Risultano quindi particolarmente utili le iniziative che contribuiscono a colmare questo gap.

L’agenzia di marketing L’Ippogrifo®, con una forte vocazione internazionale ma anche profondamente legata al territorio in cui ha iniziato la sua attività, è da anni in contatto con l’Università di Trieste, per offrire uno sbocco concreto ai corsi di studi inerenti le aree operative in cui l’agenzia è specializzata.

Alcuni componenti del team de L’Ippogrifo® hanno infatti cominciato la loro carriera lavorativa con uno stage, che si è successivamente trasformato in un rapporto continuativo. A seguire le nuove risorse con un’attenzione particolare è uno dei due soci fondatori, il dott. Nevio Zucca (nella foto), dato che può capire facilmente le loro aspettative, avendo conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione proprio presso l’Università di Trieste.

“Studiare è fondamentale ma non basta: confrontarsi con la realtà quotidiana che si vive all’interno di un’agenzia consente ai ragazzi di fare un salto di qualità importante per il loro futuro” è una sua affermazione da cui si può evincere il desiderio di continuare a supportare gli studenti più meritevoli e motivati a sviluppare competenze nei campi del marketing e della comunicazione.

In quest’ottica il dott. Zucca ha dato la sua disponibilità ad incontrare gli studenti dell’Università di Trieste, su invito dell’associazione PRime Trieste, per raccontare loro come Facebook, Twitter e LinkedIn, vengono sfruttati dai professionisti della comunicazione in modo alquanto diverso rispetto all’uso che ne fanno gli utenti privati.

Gabriella Delvecchio, portavoce di PRime Trieste, associazione no-profit composta da universitari interessati a esplorare il settore della comunicazione e quello delle relazioni pubbliche, sintetizza così l’input che ha determinato la scelta dell’argomento: “Quando si parla di social network spesso si ha un approccio abbastanza superficiale, mentre in realtà sono piattaforme molto complesse e influenti sulle nostre vite. Osservarle da un punto di vista più professionale, in modo da evitare di commettere errori che possono avere spiacevoli conseguenze, può essere estremamente istruttivo”.

Coerentemente con l’obiettivo di trasmettere un sapere spendibile sul campo, non mancherà una prova pratica: alla fine dell’appuntamento i partecipanti verranno invitati ad aggiornare o creare un account social sulla base delle nozioni apprese, e chi lo imposterà nel modo più efficace avrà l’opportunità di effettuare uno stage formativo presso L’Ippogrifo®.

L’incontro si terrà mercoledì 27 aprile dalle ore 15 alle 17, presso la Sala 3A dell’Edificio H situato in Piazzale Europa 1, a Trieste. ')}

Articoli correlati

Proposte firma la comunicazione di Pattex con due nuovi spot radio on air dal 16 giugno.

20 Giugno, 2024

Proposte, sigla di comunicazione integrata, firma la campagna radio di Pattex Pro sulla nuova gamma...

Continua a leggere

“Dalla ricerca ESI, sentirsi bene è naturale” ESI lancia il nuovo posizionamento ela nuova piattaforma di comunicazione con Different.

19 Giugno, 2024

ESI, azienda leader attiva dal 1975 nella produzione di prodotti fitoterapici e integratorialimentari di origine...

Continua a leggere

Playground sul palco di WMF – We Make Future 2024 con uno speech sulla gamification dell’esperienza d’acquisto

18 Giugno, 2024

Playground, digital agency associata ad UNA Aziende della Comunicazione Unite, ha partecipato all’appena conclusosi WMF...

Continua a leggere