News / attualità

28 Luglio, 2021

Minuscola, società attiva nell’ideazione, sviluppo e commercializzazione di prodotti nel settore del vino, e DUDE Things, la neonata società del gruppo DUDE che si occupa di creare e sviluppare brand e prodotti, hanno unito le loro competenze e visioni, per portare innovazione in un’industria tuttora ancorata a vecchi codici e tradizioni. Un vino di qualità, un oggetto di design, un’occasione per un bicchiere, anzi due e mezzo. Il formato è quello che tutti conosciamo, il “quartino” (25 cl), ma questa è l’unica cosa che rimane uguale.

Per molti sarà una rivelazione, per altri una novità, per alcuni forse un oltraggio. Quartin propone un formato tradizionale (25 cl) per un concetto di vino mai visto prima: selezionato nelle cantine indipendenti, confezionato in lattina, consumato in libertà. Insomma, due calici e mezzo di vino fuoriluogo.

Minuscola, seleziona infatti cantine indipendenti presenti sul territorio italiano e confeziona il prodotto in lattina, rendendo tutto il processo più sostenibile. La lattina di Quartin, oltre ad essere costituita da un materiale altamente riciclabile, riduce i costi e le emissioni di trasporto e risulta essere quindi un formato a basso impatto ecologico. Un trend in forte crescita all’estero, ma ancora poco conosciuto in Italia: la scelta è di essere i primi a lanciare questa tendenza. Una scelta coraggiosa e rivoluzionaria, proprio come Quartin.

Si comincia con tre varietà friulane, per la prima volta in lattina: Sauvignon Venezia Giulia IGT, un vino aromatico, a tratti “fighetto”, ma con un animo profondamente rock; Ribolla Gialla Venezia Giulia IGT, un vitigno autoctono di cui esiste traccia da quasi mille anni, solare, fresco e profumato; Refosco dal Peduncolo Rosso Venezia Giulia IGT, già bevuto ai tempi dei Romani, pregiato e austero che nasconde un’anima ribelle.

Quartin sarà distribuito in locali selezionati e in anteprima tramite l’e-commerce Winelivery dal 29 Luglio a partire da 4.90€.

“Vogliamo portare il vino di qualità dei piccoli produttori ad un mercato più importante, per partecipare insieme a una rivoluzione Minuscola”, racconta Andrea, Co-Founder di Minuscola. “Il nostro primo mercato è l’Italia, perché è qui che vogliamo davvero cambiare le regole del gioco e fare la differenza.”, aggiunge Fausto, Co-Founder di Minuscola.

“La comunicazione e il design diventano veicolo di novità, innovazione sostenibilità. Con un pizzico di irriverenza. Ma se prendete una bottiglia vi vogliamo bene lo stesso”, afferma Domenico, CEO di DUDE Things e Lorenzo Picchiotti, CCO e Partner DUDE, aggiunge: “Oggi più che mai c’è bisogno di progetti che combinino, innovazione e leggerezza, qualità e sostenibilità. Essere pionieri, non solo nella comunicazione, è nel nostro DNA”.

Articoli correlati

Inside rinnova la partnership con Tegola Canadese

26 Febbraio, 2024

Tegola Canadese srl è una società appartenente al gruppo IWIS, interamente a capitale italiano, che...

Continua a leggere

SkinLabo lancia la nuova campagna di comunicazione integrata “Ascolta la tua pelle”

26 Febbraio, 2024

SkinLabo, marchio italiano di skincare nato nel 2016 che ha recentemente rilanciato la propria Identity,...

Continua a leggere

Yolo Plus compie 9 anni e si unisce con Fandes. La nuova agenzia non cambia nome.

24 Febbraio, 2024

Dopo esattamente 9 anni dalla nascita della sigla Yolo Plus, l’agenzia guidata da Bruno Sparandeo...

Continua a leggere

Sperlari Group affida a Mediaplus la strategia media per i suoi brand: al via la prima campagna di Saila “La caramella del bomber”.

22 Febbraio, 2024

Sperlari Group, azienda italiana nel settore dolciario con oltre 180 anni di storia, annuncia oggi...

Continua a leggere