News / attualità

07 Novembre, 2017

Verona, 25 ottobre 2017 - Si sono aperti ufficialmente il 1° ottobre i termini per partecipare alla IV edizione del Premio Monografia d’Impresa, promosso dall’Osservatorio Monografie d’Impresa (OMI), l’unico ente europeo indipendente specializzato in heritage marketing.

A partire dal 2013, hanno partecipato al premio 154 opere, che fanno tutte parte dell’archivio storico delle imprese italiane: un unicum a livello internazionale, costituito dall’Osservatorio Monografie d’Impresa presso l’Università di Verona e composto da quasi 1.000 opere. Si sono aggiudicati le precedenti edizioni del Premio OMI le distillerie Branca, nel 2016, le cartiere Fedrigoni, nel 2014, e Ballarini strumenti di cottura, nel 2013.

Il Premio OMI sarà assegnato nell’autunno 2018 e vi possono concorrere tutte le storie d’impresa pubblicate, in qualunque formato – libro, video o digitale – tra il 1° gennaio 2014 e il 31 luglio 2018, termine ultimo per le iscrizioni (le modalità di partecipazione sono pubblicate nel sito www.monografieimpresa.it

La selezione delle opere è affidata a due giurie indipendenti, una composta da docenti e professionisti e l’altra da studenti di comunicazione, e si basa sull'analisi di contenuti, immagini, impaginazione grafica, qualità della stampa e della confezione, aspetto complessivo e creatività delle opere.

L’OMI si avvale di numerose collaborazioni accademiche, che includono l’Università di Verona, l’Università Salesiana Iusve di Venezia, il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma e l’Heritage Hub della University of Hertfordshire (GB).

Il Premio OMI è patrocinato dalla Regione Veneto e ha il supporto delle associazioni: AIMSC -Associazione Italiana Musei Stampa e Carta, Assocarta, Assografici, UPA, Ferpi, ASSOCOM, Unicom, Ascai.

L’Osservatorio Monografie d’Impresa (OMI), con sede presso l’Università di Verona, ha lo scopo di diffondere la cultura della comunicazione d’impresa attraverso la valorizzazione della monografia istituzionale e svolge attività didattica e di formazione per studenti e addetti alla comunicazione aziendale. L’OMI gestisce un archivio che raccoglie, ad oggi, circa 1.000 opere ed è curato da un gruppo di studenti universitari, il cui compito principale è quello di studiare e descrivere – in apposite schede – obiettivi, contenuti e forma delle le opere prima della loro catalogazione

Articoli correlati

Super Agency firma la campagna multichannel “Weber, Forever.” per l’Italia

14 Giugno, 2024

Per il quarto anno consecutivo l’agenzia di Castelfranco Veneto cura le attività digitali del brand...

Continua a leggere

Dentsu e Nuxe presentano la nuova campagna TV per il best-seller Huile Prodigieuse

13 Giugno, 2024

La campagna rappresenta il terzo flight di una strategia di comunicazione più ampia e innovativa...

Continua a leggere

Burson:  ridefinire il ruolo della reputazione come vantaggio competitivo per i clienti. 

13 Giugno, 2024

Un forte heritage di creatività e innovazione al servizio della creazione di valore. Presentati il nuovo...

Continua a leggere

“Mediterraneo, un mare di dolore””, la nuova campagna di MedReAct e Different per la salvaguardia degli ecosistemi marini.

13 Giugno, 2024

MedReAct, lancia la nuova campagna “Mediterraneo, un mare di dolore” ideata e realizzata insieme a...

Continua a leggere