News / attualità

14 Novembre, 2016

La diarrea è un sintomo, non è il problema.

Con il lancio del nuovo Enterog antidiarroico, Sanofi adotta un approccio educativo nei confronti del consumatore incentrato sull'importanza di seguire una corretta procedura per superare la diarrea. Come recita il claim dello spot, la diarrea si supera in due mosse grazie all’utilizzo dell’antidiarroico e alla successiva cura della flora batterica.

Lo fa con l’aiuto di Publicis che ha ideato uno spot particolarmente coinvolgente, anche per il protagonista del commercial.

L’uomo infatti è in grado, sorprendentemente, di sentire la voce narrante dello speaker e suo malgrado si trova ad interagire con lei.

Così mentre è a casa che si appresta ad uscire per una cena romantica, gli viene annunciato che avrà un imprevisto. Quale? Un attacco di diarrea. Il giovane viene colto alla sprovvista, ma la diarrea è così, arriva come un fulmine a ciel sereno. E lo piega in due per il bisogno improvviso.

Per non perdere l’incontro galante potrà bloccare le scariche con il nuovo Enterog antidiarroico, e così, dando ascolto alla voce, ne assume una compressa grazie alla quale sarà in grado di godersi in tutta tranquillità la cena fuori con la sua nuova fiamma.

L’ironia e l’approccio surreale, seppur calato in un realtà che ci appare ora tutta naturale, proseguono.

Rientrato a casa con la bella ragazza, i suoi programmi da malandrino vengono ancora una volta interrotti dalla voce dello speaker, che gli consiglia la seconda cosa da fare: curare la flora con Enterogermina 6 Miliardi. Ancora una volta il giovane si vedrà costretto a dar ragione alla voce fuori campo e a seguire la sua raccomandazione assumendo subito i fermenti lattici Sanofi. La ragazza, che per un attimo rimane perplessa per essere stata abbandonata sul più bello, non avrà poi modo di lamentarsi del suo comportamento.

Con questo spot Sanofi e Publicis escono dalle classiche strade battute del problem solving utilizzando una struttura narrativa nuova, che dà vita a una comunicazione particolarmente distintiva per il settore farmaceutico, in grado di illustrare con un’ironia inaspettata un argomento delicato, quasi tabù, di coinvolgere e farci immedesimare, di essere educativa nel modo più entertaining e memorabile possibile.

Il team Publicis che ha curato la campagna è composto dal Associative Creative Director e copy, Renzo Mati e dal responsabile creativo e art director Fabrizio Tamagni. Direzione creativa esecutiva di Bruno Bertelli e Cristiana Boccassini.

Il film è stato girato dalla casa di produzione Bedeschifilm con la regia di Matteo Pellegrini.

La pianificazione, curata da Zenith, prevede il primo on air dal 13 novembre sui principali Nework. ')}

Articoli correlati

Super Agency firma la campagna multichannel “Weber, Forever.” per l’Italia

14 Giugno, 2024

Per il quarto anno consecutivo l’agenzia di Castelfranco Veneto cura le attività digitali del brand...

Continua a leggere

Dentsu e Nuxe presentano la nuova campagna TV per il best-seller Huile Prodigieuse

13 Giugno, 2024

La campagna rappresenta il terzo flight di una strategia di comunicazione più ampia e innovativa...

Continua a leggere

Burson:  ridefinire il ruolo della reputazione come vantaggio competitivo per i clienti. 

13 Giugno, 2024

Un forte heritage di creatività e innovazione al servizio della creazione di valore. Presentati il nuovo...

Continua a leggere

“Mediterraneo, un mare di dolore””, la nuova campagna di MedReAct e Different per la salvaguardia degli ecosistemi marini.

13 Giugno, 2024

MedReAct, lancia la nuova campagna “Mediterraneo, un mare di dolore” ideata e realizzata insieme a...

Continua a leggere