News / attualità

08 Giugno, 2018

Nuove occasioni per celebrare ogni giorno in qualsiasi momento. Ecco la rivoluzione della nuova analcolica Heineken® 0.0, che arricchisce la giornata di inaspettate opportunità per concedersi una pausa di gusto senza rinunce: con solo 69 calorie per bottiglia da 33cl e zero alcol, Heineken® 0.0 è l’analcolica a bassa fermentazione dal corpo morbido e leggero del brand di birra più internazionale al mondo.

Cosa succede quando si beve una birra in un contesto ritenuto inopportuno? È proprio su questa domanda che gioca con ironia la nuova campagna ideata da Publicis Italia con protagonista il concetto di “Now You Can”: due spot, on air dal 3 giugno su TV generaliste, specialiste, DTTV, satellite TV.

In Parking, un uomo seduto nella propria auto decapottabile, parcheggiata vicino a una spiaggia, affronta il caldo estivo rinfrescandosi con una birra ghiacciata. Quando un poliziotto si avvicina al guidatore per multarlo, il protagonista mostra con sicurezza che sta sorseggiando Heineken® 0.0, un’analcolica. Ma ecco il rovesciamento: il problema non è la birra, infatti il poliziotto gli fa notare che la vettura è in divieto di sosta e… la multa è servita.

Locker Room è, invece, ambientato in palestra. Una ragazza ha appena finito l’allenamento e si dirige verso lo spogliatoio tra gli sguardi increduli degli altri atleti: sta sorseggiando una birra dopo l’allenamento. Con aria soddisfatta mostra ai presenti che si tratta dell’analcolica Heineken® 0.0, mentre di spalle entra nello spogliatoio. Ma l’equivoco, anche questa volta, è dietro l’angolo: la protagonista infatti è al centro dell’attenzione non per la sua birra ma perché non si è accorta di essere finita per errore nelle docce maschili!

Entrambi i film della campagna si chiudono con il messaggio “Now You Can”, che sottolinea come la nuova Heineken® 0.0 possa essere davvero gustata in qualsiasi momento della giornata.

I video in visualizzazione privata sono disponibili ai seguenti link:

Credits:

PUBLICIS ITALY

Global Chief Creative Officer Publicis WW & CEO Publicis Italy: Bruno Bertelli

Chief Creative Officer Publicis Italy: Cristiana Boccassini

Executive Creative Director: Luca Cinquepalmi

Executive Creative Director: Marco Venturelli

Global Digital Creative Director: Milos Obradovic

Global Digital Creative Director: Mihnea Gheorghiu

Associate Creative Director: Edgard Guimaraes

Associate Creative Director: Vinicius Dalvi

Art Director: Giovanni Greco, Giulia Di Filippo, Laura Aondio

Copy Writer: Enrico Pasquino, Sara Rosset, Francesca Vitello

Strategic Planner: James Moore

Producer: Marijana Vukomanovic

Worldwide Account Director: David Pagnoni

Client Service Director: Eleni Charakleia

Account Supervisor: Fabiola Miccone

PRODUCTION

Production Company: Blink Productions

Director: The Bobbsey Twins from Homicide

Executive Producer and Partner at Blink: James Bland

Producer: Patrick Craig

DOP: Alex Barber

POST PRODUCTION

Colourist - Matthieu Toullet

VFX Supervisor - Alex Gabucci

Post Producer - Ryan Hancocks

MUSIC

Music track: “It’s Your Thing” (O. Isley, R. Isley, R. Isley)

Publishing: © EMI Music Publishing Italia S.r.l.

Recording cover master: (P) SM Publishing (Italy) Srl obo Pure Sync Limited

Pianificazione Media a cura di Starcom ')}

Articoli correlati

We Are Social apre una nuove sede ad Amsterdam

03 Agosto, 2022

We Are Social prosegue nel suo percorso di crescita internazionale, annunciando l’apertura della nuova sede...

Continua a leggere

Fkdesign firma la campagna “Piccoli gesti” per Greenatural

03 Agosto, 2022

Il progetto lancia un appello ad agire nel quotidiano per cambiare il futuro del pianeta...

Continua a leggere

Snam rinnova l’incarico a OMD per la gestione delle attività di comunicazione

01 Agosto, 2022

A seguito di una procedura di gara che nelle ultime settimane ha visto il coinvolgimento...

Continua a leggere

La Territoriale UNA Triveneto si immerge nell’esperienza del metaverso

01 Agosto, 2022

“Quali sono le reali opportunità del mondo metaverso? Quali sono le sue aspettative e quali...

Continua a leggere